Solodoppiasim

Utente SEF
Registrato
7 Set 2013
Messaggi
3
Gradimento
0
Punti
6
Località
Genova
Buongiorno,
sono nuovo e non avvezzo a scrivere nei forum. Volevo chiedere agli altri utenti con più esperienza se avete mai sentito parlare dell'estratto naturale di tabacco.
Accetto suggerimenti
Grazie
 
Ultima modifica di un moderatore:

Francoo44

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
9 Ago 2013
Messaggi
181
Gradimento
12
Punti
33
Località
Prov di Verona
Dispositivi in uso
Ego
Atomizzatori in uso
CE 4
penso tu ti riferisca al " tobacco assoluto"... personalmente sono stato tentato più volte di acquistarlo...

ultimamente c è la tendenza ad estrarre aromi direttamente dalle foglie di tabacco..ma sapendo che molte sostanze cancerogene o comunque dannose delle sigarette derivano propio dalle foglie del tabacco ( oltre alla nicotina ci sono altri alcaloidi, residui di pesticidi ecc..)

io mi sono chiesto.. se utilizzo questi estratti non è che alla fine torno ad assumere le stesse sostanze di prima .. quando fumavo ?

è pur vero che non c è combustione, ma anche svapati ,non credo facciano bene...

quindi io penso meglio svaparsi dei pseudo aromi chimici di tabacco... dal sapore poco tabaccoso e che spesso sanno di fieno....






 

Markvaping68

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
2 Gen 2013
Messaggi
1.517
Gradimento
146
Punti
113
Località
Monza e Brianza
Dispositivi in uso
VTC Mini
Atomizzatori in uso
Kayfun tutti...
...estratto naturale di tabacco....
Si... esiste la possibilità di realizzare aromi partendo dal tabacco trinciato. Da che ho letto, oltre ad essere una procedura assai complicata, è anche molto lunga. Oltretutto poi non è chiaro i tempi e le modalità di conservazione dal momento che sono "autoprodotti" da base organica.

Per il resto concordo con quanto detto da Franco. Ne vale la pena? Oltre ai pesticidi... ci sono pure gli aromi dal momento che pare che il tabacco venga in realtà "aromatizzato" al sapore di Marlboro, Camel...

Con cosa? Ma per piacere... vade retro!

E per fortuna che poi siamo noi svapatori a non sapere che cosa stiamo usando nei nostri PV!
 

Solodoppiasim

Utente SEF
Registrato
7 Set 2013
Messaggi
3
Gradimento
0
Punti
6
Località
Genova
Ciao a tutti

Oggi l'ho acquistato dopo aver scaricato la scheda di sicurezza e dopo essermi documentato. Questo estratto di tabacco è di grado alimentare, ciò vuol dire registrato presso ISN come sostanza alimentare e quindi di estrema purezza. A dire il vero ho acquistato l'Aroma "Tabacco secco" fatto con il tabacco assoluto . Comprare il Tabacco assoluto puro magari da PA non conviene in quanto come tutte le assolute va usato in ppm ovvero parti per milione, e questo vale comunque per tutte le materie prime che si usano per fare gli aromi. In parole povere vuol dire che va usato al massimo in 100 parti per milione. Tieni presente che addirittura l'Aroma fumo va usato a 2-3 parti per milione. ( Fonti PA materie prime , letteratura in inglese) Tornando al tabacco
assoluto, una concentrazione di 50 parti per milione vuol dire che per ogni 100 ml di liquido pronto ci vogliono 0,005 ml di tabacco puro, una concentrazione quindi difficilissima da dosare e che se si eccede si rischia di buttare il tutto nella spazzatura. L'estratto di tabacco come l'Aroma Tabacco secco l'ho acquistato su
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
 

Marko

Membro dello Staff
Admin
Registrato
16 Dic 2011
Messaggi
11.710
Gradimento
648
Punti
382
Località
Napoli
Nome
Marco
Dispositivi in uso
Vari
Atomizzatori in uso
Svariati
Ma hai comprato l'estratto o l'eliquid già pronto??
Perchè sul sito non è chiaro se sia in vendita il concentrato o mi sbaglio?
 

Francoo44

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
9 Ago 2013
Messaggi
181
Gradimento
12
Punti
33
Località
Prov di Verona
Dispositivi in uso
Ego
Atomizzatori in uso
CE 4
in pratica hai preso l aroma già pronto ad essere usato nel liquido base.. nella concentrazione che più ti piace 5-10-15 gocce.... come tutti i normali aromi di FA...

ha preso qualcosa di simile anch io ma il 50% di glicerolo a mio parere lo rende troppo dolciastro e odora fortemente di medicinale.. sconsiglio di usarlo da solo...

ma di aggiungere qualche goccia ad aromi tabaccosi ben più marcati..

appena ti arriva il prodotto e lo avrai testato ti sarei grato di una tua recensione..:wavingyellow:
 

Solodoppiasim

Utente SEF
Registrato
7 Set 2013
Messaggi
3
Gradimento
0
Punti
6
Località
Genova
Ho preso sia l'aroma che l'estratto di Tabacco. Suppongo siano simili , molto probabilmente variano solo le concentrazioni dei 2 prodotti. Concordo nel dire che l'estratto ( come anche l'aroma) possono irrobustire liquidi già esistenti o essere svapati da soli. D'altronde DKS vende un aroma simile ed anche PUFF vende una cosa uguale. Facendo poi una ricerca su internet si scopre che grandi aziende internazionali vendono questo prodotto (MOELLHAUSEN), e quindi è evidente che molte aziende aromatiere acquistano questi prodotti in confezioni da 1 kg ad un costo stimato di 1500 Euro- 2000 Euro e lo diluiscono. Dalla schede trovate su Internet, ( ne ho trovato una in inglese di una profumeria in Inghilterra, che vende 20 ml di questo prodotto di provenienza FRANCIA) SI EVINCE CHE IL PRODOTTO è SOLUBILE SOLO IN ALCOOL, e quindi risulta insolubile in tutti gli altri solventi, compreso ovviamente GLICOLE E GLICERINA. Quello che ho acquistato è evidentemente una soluzione che contiene anche triacetina ( sempre dalla scheda) che probabilmente lo aiuta ad essere più solubile. Appena arriva mi faccio vivo
 

Marko

Membro dello Staff
Admin
Registrato
16 Dic 2011
Messaggi
11.710
Gradimento
648
Punti
382
Località
Napoli
Nome
Marco
Dispositivi in uso
Vari
Atomizzatori in uso
Svariati
:woo:Troppo curioso anche io. :shock::shock:

Facci sapere. ;)
 

franco51

Utente SEF
Registrato
31 Ott 2013
Messaggi
6
Gradimento
1
Punti
8
Località
genova
scusate se intervengo , gli aromi tabaccosi io li estraggo direttamente dalle buste di tabacco da pipa e /o da rolling , ci sono alcuni tabacchi che non hanno additivi ( almeno cosi' dicono i produttori) : pueblo , american spirit e origines , estraggo in alcool e poi passo in glicole vegetale , il procedimento dura almeno 20 giorni , ma poi si ottiene un aroma veramente tabaccoso
 

Francoo44

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
9 Ago 2013
Messaggi
181
Gradimento
12
Punti
33
Località
Prov di Verona
Dispositivi in uso
Ego
Atomizzatori in uso
CE 4
ciao e benvenuto :wavingyellow:

ti rispondo anche al tuo post di presentazione... qualcuno in un altro forum sempre di esig affermava che il "mestiere" dello svapatore è un lavoro maledetto.. con le analogiche non c è sbattimento per la scelta, infatti dentro al pacchetto ci sono sempre 20 sigarette, si cambia la marca e il gusto ma richiedono tutte la stessa semplice procedura, l accensione... e questo da centinaia d anni.

di maledetto questa nuova passione ha dalla sua parte che non c è gesto ripetitivo, anche l hardware e gli aromi cambiano continuamente con la complicità della scimmietta tentatrice. concludendo l argomento temo che non troveremo mai il giusto equilibrio come auspicavi nel tuo post.. essendo un prodotto semi- tecnologico dovremo rassegnarci a essere continuamente aggiornati..

per la faccenda dell estratto di tabacco potrei essere d accordo che non vengono aggiunti additivi.. ma da persona che ha lavorato per 2 anni nella filiera che va dalla piantagione del tabacco fino alla tranciatura, posso assicurarti che vengono aggiunti una marea di aromi, altrimenti il tabacco avrebbe un terribile odore di fieno marcio.. per non parlare dei fertilizzanti e antiparassitari che vengono regolarmente irrorati durante la coltivazione. questo mi fa preferire gli aromi chimici.
 

Guide

Iv3shf
Tempo di lettura 4 min.
5,00 stella(e) 1 valutazioni
Visite
530
Gradimento
6
Valutazioni
1
In parte è farina del mio sacco, in parte presa da un vecchio articolo della TPA, che trovo ancora oggi interessante e diventa sempre più attuale visto le normative che sono in aria, fa capire a chi ancora non lo sa, come sono fatti gli aromi, spero vi piaccia, leggetelo con calma quando avete...
Sva3d
Tempo di lettura 1 min.
Visite
1.584
Per calcolare la resistenza interna di una box bisogna avere il dado in rame, chiamato Calibration Tool for DNA200, ad oggi introvabile, parlo di questo: il miglior strumento atto allo scopo, si trovava qui (link), oppure un filo spesso di rame per cortocircuitare un atomizzatore (usatene uno...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
1.731
Gradimento
2
Valutazioni
3
Un saluto a tutti ed inizio subito postandovi un video di come si è sempre lavorato un pad di Muji o cotoni organici similari: Bene! Forse per il cloud di un tempo poteva andare anche bene come regola. Sta di fatto che se ne spreca un po' e si perde anche un bel po' di tempo a stare, con...
Touch
Tempo di lettura 10 min.
Visite
1.208
Gradimento
4
Ciao a tutti, stavo leggendo qua e la vari post nel forum, ad un tratto mi hanno colpito alcune righe dove si nominava la qualità dell'acciaio usata per gli ATOM. Ho scambiato qualche parola con @Sva3d e mi son convinto a darvi qualche nozione su questo materiale. Allora per iniziare non farò...
Iv3shf
Tempo di lettura 9 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
3.671
Gradimento
11
Valutazioni
3
Una delle cose di cui parlo spesso sono le combinazioni aromatiche, l'articolo precedente ha ormai qualche annetto e andrebbe aggiornato e probabilmente lo farò, per chi non l'avesse letto, ecco il rimando...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
Visite
3.571
Commenti
8
Come promesso, eccomi a descrivere quale tipo di rigenerazione, in particolare sul cotone, ho testato in questi dieci giorni e più, sperimentando tutti i cotoni più noti (Cloud9, Bacon V2, Bacon Prime, Titanium Fumytech, Titanium Fiber Cotton, Miracle UD, Native Wicks Platinum Plus, Fiber...
Alto