images.png
images.png
Il 2015 si appresta a diventare l'anno delle box a controllo di temperatura ( TC: Temperature Control). L'idea nasce in casa evolv a metà 2014 con la commercializzazione del circuito DNA40 che introduce un nuovo concetto nel mondo del vaping, ma i concorrenti non stanno a guardare, in particolare la cinese Yihi con i suoi circuiti SX350. Oggi, a fine ottobre 2015, quasi tutti i produttori di box hanno come modello di punta una box TC, ma ci sono anche box TC molto economiche.

Il TC in breve
Per spiegare in modo semplice a cosa serve il TC provate ad immaginare la vostra carriera di vapers senza aver mai fatto un tiro a secco, senza cioè aver mai inalato quell'orrendo vapore dal sapore/odore di filtro bruciato di sigarette. Bene, questo è ciò che sarebbe successo se aveste avuto una ecig con il TC fin dall'inizio.

Il TC aumenta la sicurezza del vaping

Non è solo una questione di qualità della svapata, è anche e soprattutto una questione di sicurezza: svapare in TC è potenzialmente molto più salutare che svapare e basta (o se preferite: molto meno nocivo). Infatti, con il TC si impedisce alla coil di superare la temperatura che si è impostata sulla propria box impedendo pertanto che la wick o i residui secchi dei liquidi carbonizzino quando qualche cosa và storto. E se nulla carbonizza, o meglio, se nulla si decompone, nulla viene trasformato in sostanza tossica.
Così come la ecig ha eliminato i prodotti della combustione, che sono le sostanze più tossiche nel fumo di tabacco, la ecig dotata di TC può eliminare anche gli eventuali prodotti della decomposizione (processo di degradazione che inizia a temperature più basse della combustione). Per capire la questione dovremmo addentrarci in argomenti più tecnici che rimandiamo però ad altri post specializzati.
La questione è molto importante dal punto di vista della sicurezza ed il vero senso della rivoluzione del TC è proprio questo. Oggi sappiamo che la ecig è notevolmente meno nociva del tabacco, 20, 100 volte meno dannosa, dipende dal punto di vista. Il TC ha il potenziale per ridurre ulteriormente i rischi di un intero ordine di grandezza. Tralasciando il problema della nicotina, gran parte degli articoli scientifici-medici che mettevano indubbio la bassa tossicità della ecig erano basati sul fatto che le ecig testate producevano prodotti di decomposizione (come la famigerata acroleina) , senza considerare che le macchine aspira fumo utilizzate continuavano a fumare anche dopo i tiri a secco, cosa che un vaper umano dotato del senso dell'olfatto non avrebbe mai fatto. Bene, quando si faranno gli stessi esperimenti con il TC correttamente regolato, gli stessi ricercatori scopriranno che tali sostanze non ci saranno più.

Il TC aumenta la durata della wick ovvero delle testine

Limitando opportunamente la temperatura raggiungibile dalla coil la wick non brucerà mai, nemmeno se andiamo a secco o quasi come nel finale dei tiri lunghi. Per lo stesso motivo i residui secchi del liquido non carbonizzano ed intasano molto meno la wick. Per entrambi questi i motivi la wick durerà molto più a lungo aumentando la vita delle testine prefabbricate. Per chi usa gli RBA-RDA, il TC riduce la frequenza del rebuild e allunga la vita della coil non essendo più necessario eseguire il dryburn per pulire il wire. Infatti a basse temperature i depositi solidi sul wire rimangono molto morbidi e possono essere asportati meccanicamente.


Il TC aumenta la durata della batteria

Siccome la box TC stacca o diminuisce l'erogazione di corrente quando la coil raggiunge la temperatura impostata, il consumo di energia è minore che in power mode e di conseguenza con la stessa batteria si svapa più a lungo

Cosa serve per svapare in TC?

Innanzitutto una box progettata appositamente ed oggi ce ne sono a decine, con un prezzo che va dai 35€ di una iStick 40TC ai 280€ di alcune realizzazioni del DNA200 di Evolv.
Poi serve un atomizzatore che possa montare coil head appositamente progettate (TSC: Temeprature Sensing Coil) nelle quali la resistenza è fatta in materiali particolari quali il nichel in purezza, il titanio, l'acciaio inossidabile ed alcune leghe apposite. Per chi usa gli RBA-RDA è sufficiente cambiare il tipo di filo resistivo.


Nella stessa sezione del forum in cui si trova questo post, troverete moltissime informazioni dettagliate sul TC.

Buona lettura.
Informazioni sull'autore
Igiit
Igi Pit

Electronics, Physics, Mechanics, C++

Informazioni Tutorial

Autore
Igiit
Tempo di lettura
Tempo di lettura 3 min.
Visite
6.962
Ultimo aggiornamento

Altro di Igiit

Condividi questo tutorial

Alto