Fake News «Con la sigaretta elettronica la salute ci guadagna. E anche il portafoglio»

Markvaping68

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
2 Gen 2013
Messaggi
1.517
Gradimento
146
Punti
113
Località
Monza e Brianza
Dispositivi in uso
VTC Mini
Atomizzatori in uso
Kayfun tutti...
L'esperienza della persona citata nell'articolo è molto simile alla mia, sia per le modalità e tempistiche. Buona lettura

«Con la sigaretta elettronica la salute ci guadagna. E anche il portafoglio»
L'esperienza di un cinquantenne tabagista incallito: «Ho pensato di non avere niente da perdere»
(di Marta Ghezzi)

Un pacchetto al giorno di bionde da venticinque anni e un chiodo fisso: smettere. Per due motivi. Ovvio il primo: il fumo fa male. Altrettanto forte il secondo: è un vizio costoso. Raffaele Molinari, 50 anni, operaio alla Pirelli di Bollate, racconta senza remore la sua storia di tabagista incallito, costellata di continui buoni propositi. “Ho smesso tante volte”, confessa, “senza mai riuscire a superare lo scoglio dei due mesi”. Molinari è uno dei tanti milanesi che hanno abbandonato il tabacco tradizionale per passare alla sigaretta elettronica. Un passaggio intermedio prima del vero addio alla nicotina.


Nella rubrica Uso e Consumo del Corriere Milano di giovedì 11 raccontiamo il boom delle “e-cig” (altro termine con cui viene definita la “falsa sigaretta”). Fenomeno ancora recente (si sono diffuse solo da un anno), sbalorditivo per il trend di crescita. Più che esponenziale: solo nel capoluogo lombardo quasi centocinquanta negozi. E le aperture sono continue: negli ultimi sei mesi quasi ottanta nuovi esercizi. A spingere il fumatore verso la novità sono il passaparola e la curiosità. “Tanti colleghi stavano provando, ho pensato di non aver niente da perdere”, ammette Molinari.


Il grande passo a dicembre, nel negozio sotto casa, Vapolandia di via Murat. “Ero convinto che sarebbe durata poco, come sempre”. Non è stato così. Nessuna soluzione radicale, “non ce l’avrei fatta, anche se la consiglio”, ma un passaggio soft con boccate alla sigaretta elettronica alternate al fumo vero. “E’ andata avanti così per un mese: a fine gennaio ho smesso di colpo di andare dal tabaccaio e da allora non ho più comprato un pacchetto né fumato una vera sigaretta”. Sensazioni? “Mi sento come se avessi smesso, ho perfino messo su qualche chilo. E sono diventato intollerante: l’odore di fumo adesso mi dà fastidio”.


Bilancio ultrapositivo anche per il portafoglio. “Spaventa la spesa iniziale, un kit con due sigarette, che compra chi come me è abituato a fumare tanto e ha paura che una sola e-cig non sia sufficiente, costa 69 euro. I conti, però, non vanno fatti subito”. E spiega: “Prima compravo un pacchetto al giorno: centocinquanta euro al mese. Adesso sono sceso intorno ai 37 euro mensili. Spendo trentadue euro per le ricariche, una mi dura oramai anche nove giorni, e 5 euro per l’atomizzatore che va sostituito ogni cinque settimane”.


I vantaggi economici ci sono anche per chi non abbandona del tutto il fumo tradizionale. “La mia media era circa cinquanta pacchetti al mese”, rivela Paolo Soveri, classe 1958. “Moglie e figlie sono intervenute e mi hanno regalato una sigaretta elettronica”. Da due mesi Soveri fuma venticinque pacchetti invece di cinquanta (125 euro rispetto ai 250 abituali) a cui aggiunge otto ricariche da sei euro e l’atomizzatore da cinque. Con un risparmio mensile di circa settanta euro. “Ho mantenuto le sigarette fisse, dopo pranzo e cena e nei momenti di relax, e tolto poco per volta quelle inutili, fumate a metà, una dopo l’altra, mentre lavoro al computer. Non sono pronto a smettere, ma credo di essere in grado di abbattere ulteriormente il numero di quelle ‘vere’”.

Fonte:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.


---
Una volta tanto un articolo a favore della sigaretta elettronica. Ragazzi! è necessario fare "ricerca" per capire quanto veramente vale il contributo della sigaretta elettronica. Vi invito tutti a partecipare al sondaggio in calce al mio messaggio. Hanno già partecipato in migliaia di persone nel mondo... ma pochi italiani...


Fonte:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
 
Ultima modifica:

Lucilla

Utente SEF
Registrato
21 Mar 2012
Messaggi
19
Gradimento
0
Punti
6
Località
Ancona
E' bellissimo questo articolo!!!! :D Mamma mia 50 pacchetti al mese suona stranissimo, 250 euro al mese è tanto.... dimezzare è un grande inizio!
Sono molto contenta per i due amici e per tutti gli altri exfumatori incalliti che sono passati alla sigaretta elettronica. :)
 

Guide

Iv3shf
Tempo di lettura 4 min.
5,00 stella(e) 1 valutazioni
Visite
514
Gradimento
6
Valutazioni
1
In parte è farina del mio sacco, in parte presa da un vecchio articolo della TPA, che trovo ancora oggi interessante e diventa sempre più attuale visto le normative che sono in aria, fa capire a chi ancora non lo sa, come sono fatti gli aromi, spero vi piaccia, leggetelo con calma quando avete...
Sva3d
Tempo di lettura 1 min.
Visite
1.571
Per calcolare la resistenza interna di una box bisogna avere il dado in rame, chiamato Calibration Tool for DNA200, ad oggi introvabile, parlo di questo: il miglior strumento atto allo scopo, si trovava qui (link), oppure un filo spesso di rame per cortocircuitare un atomizzatore (usatene uno...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
1.717
Gradimento
2
Valutazioni
3
Un saluto a tutti ed inizio subito postandovi un video di come si è sempre lavorato un pad di Muji o cotoni organici similari: Bene! Forse per il cloud di un tempo poteva andare anche bene come regola. Sta di fatto che se ne spreca un po' e si perde anche un bel po' di tempo a stare, con...
Touch
Tempo di lettura 10 min.
Visite
1.198
Gradimento
4
Ciao a tutti, stavo leggendo qua e la vari post nel forum, ad un tratto mi hanno colpito alcune righe dove si nominava la qualità dell'acciaio usata per gli ATOM. Ho scambiato qualche parola con @Sva3d e mi son convinto a darvi qualche nozione su questo materiale. Allora per iniziare non farò...
Iv3shf
Tempo di lettura 9 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
3.626
Gradimento
11
Valutazioni
3
Una delle cose di cui parlo spesso sono le combinazioni aromatiche, l'articolo precedente ha ormai qualche annetto e andrebbe aggiornato e probabilmente lo farò, per chi non l'avesse letto, ecco il rimando...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
Visite
3.535
Commenti
8
Come promesso, eccomi a descrivere quale tipo di rigenerazione, in particolare sul cotone, ho testato in questi dieci giorni e più, sperimentando tutti i cotoni più noti (Cloud9, Bacon V2, Bacon Prime, Titanium Fumytech, Titanium Fiber Cotton, Miracle UD, Native Wicks Platinum Plus, Fiber...
Alto