Alfredo

Utente SEF
Registrato
21 Dic 2011
Messaggi
13
Gradimento
0
Punti
6
Roma, 04 dic - “L'emendamento presentato ieri in commissione Industria al Senato al Decreto Sviluppo che nelle intenzioni (solo nelle intenzioni) vorrebbe regolamentare il commercio delle sigarette elettroniche è un attacco superficiale e irresponsabile che dà un colpo mortale ad un settore che in un pochi anni ha creato, solo in Italia, migliaia di posti di lavoro e che è tra i pochi in crescita. Se questo emendamento passasse senza il contributo di chi questo settore lo ha creato e sviluppato, le conseguenze sull'occupazione sarebbero gravissime, si creerebbe un ingiusto e ingiustificabile vantaggio per le lobby del tabacco, e la sopravvivenza economica di migliaia di famiglie italiane sarebbe messa a rischio. Chiediamo dunque il ritiro immediato dell'emendamento per tutelare innanzitutto le migliaia di lavoratori del settore che con l'introduzione delle nuove norme inevitabilmente perderebbero l'occupazione. Chiediamo inoltre l'istituzione di un tavolo di concertazione per la regolamentazione del prodotto sigaretta elettronica. Metteremo in campo tutte le iniziative necessarie legali e di protesta per salvaguardare i posti di lavoro messi in discussione dal provvedimento”. La reazione arriva da un giovane imprenditore, Riccardo Ascione, leader del gruppo Ovale Europe, che produce e distribuisce sigarette elettroniche in Europa. “Altro che decreto per lo sviluppo, questo emendamento affosserebbe un intero settore. La nostra azienda per esempio, ha puntato tutto sulla ricerca, la tecnologia, la sicurezza e la tracciabilità dei nostri prodotti conquistando in Italia, in meno di un paio di anni, oltre un milione di affezionati clienti e dando lavoro ad oltre mille persone con circa 300 negozi su strada, senza contare che riceviamo oltre 1500 richieste di lavoro al giorno. Per entrare più strettamente nella questione tecnica, la sigaretta elettronica non è un prodotto succedaneo dei prodotti del tabacco perché non ha combustione nè lavorazione del tabacco e non può essere regolamentata come la sigaretta tradizionale. E' un prodotto elettronico. L'emendamento è di fatto un atto di forza, è una violazione alla libertà di impresa e una violazione della concorrenza leale. L'emendamento parte dal presupposto che il settore non è sufficientemente regolamentato, un argomento che è anche condivisibile e che va risolto con un approfondimento dal quale chi come noi per anni ha studiato la materia, non può e non deve essere escluso. Tuttavia ci sembra che con questo emendamento si voglia solo affrontare in maniera sbrigativa e dunque superficiale la questione. E la questione, a leggere i contenuti dell'emendamento, non è come questi prodotti incidano (bene o male) sulla salute di chi li utilizza. La questione è chi ci deve guadagnare. Di fatto si blocca la diffusione di un prodotto vietando una indispensabile e accurata comunicazione dello stesso, imponendo la stessa tassazione prevista per le sigarette tradizionali e soprattutto consentendone la vendita solo ai tabaccai. Sostanzialmente si sottrae un'idea su cui degli imprenditori sani hanno investito per cederla a chi? Innanzitutto questo avviene in assoluta controtendenza rispetto a quanto avviene negli altri paesi Europei. Ad esempio in Inghilterra il governo appoggia e incoraggia l'utilizzo della sigaretta elettronica come si evince da una serie di articoli pubblicati da varie testate tra cui citiamo il Guardian (
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
) Perché non è opportuno che la vendita venga affidata ai tabaccai? Noi, ad esempio abbiamo creato una linea di prodotti che utilizzano un sistema altamente tecnologico e brevettato, in grado di simulare perfettamente il piacere di fumare senza fornire tutti i negativi effetti collaterali associati a prodotti del tabacco tradizionale. Tutto questo avviene attraverso una catena mondiale di distributori monomarca (in Italia oltre 300) che possa servire i clienti con integrità, competenza e responsabilità. Trattandosi di prodotti di alta tecnologia che utilizzano liquidi prodotti in esclusiva in Italia, tracciabili e rispondenti ad elevati standard di sicurezza, l'azienda si fa carico di una adeguata formazione dei rivenditori. I tabaccai come potrebbero seguire un prodotto di impatto così “delicato” senza questo background? Possibile che si avvantaggi ancora una volta la categoria dei tabaccai che già possono contare sulla possibilità di vendere numerosi prodotti e servizi? Come? Frenando anzi dando uno stop ad un prodotto concorrente che anche se non è provato che faccia smettere di fumare almeno è certo che è un ottimo aiuto nei programmi di dissuasione dal fumo. E se non è provato che tutte le sigarette elettroniche siano sicure al 100%, almeno ci sono ottime probabilità che siano meno nocive di quelle tradizionali. Su questo punto si sono esposti molti scienziati tra cui Umberto Veronesi, oncologo ed ex ministro della salute che non ha certo bisogno di presentazioni.
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
 

Marko

Membro dello Staff
Admin
Registrato
16 Dic 2011
Messaggi
11.723
Gradimento
651
Punti
382
Località
Napoli
Nome
Marco
Dispositivi in uso
Vari
Atomizzatori in uso
Svariati
Il governo stà varando una legge per la "regolamentazione" delle Sigarette Elettroniche.
Si parla di permettere la vendita ai soli tabaccai...
Questo comporterebbe la cessazione di esercizio di tante attività e migliaia, considerando anche l'indotto, di posti di lavoro.
Tra l'altro proprio in questo momento di estrema difficoltà del paese dove si cerca a tutti i costi di rilanciare l'impresa??
Ma in mano a chi siamo??? :shock:

Ah già... i soliti massoni.... :evil:

Leggete un po questo articolo:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.


Cosa ne pensate?
 

Marko

Membro dello Staff
Admin
Registrato
16 Dic 2011
Messaggi
11.723
Gradimento
651
Punti
382
Località
Napoli
Nome
Marco
Dispositivi in uso
Vari
Atomizzatori in uso
Svariati
Notizia di pochi minuti fa.
Il governo sembra aver ritirato l'emendamento.
Buone svapate serene a tutti. ;)
 
Z

zaccaria

ma è stato ritirato l'emendamento?
io lo leggo solo sui forum ma non sulla stampa.
 
Z

zaccaria

siamo certi del ritiro?
il 18 dicembre non sara' possibile ripresentarlo?
io non ne sento + parlare.....
sono in procinto di aprire un negozio........
 

Marko

Membro dello Staff
Admin
Registrato
16 Dic 2011
Messaggi
11.723
Gradimento
651
Punti
382
Località
Napoli
Nome
Marco
Dispositivi in uso
Vari
Atomizzatori in uso
Svariati
Come sai, certa è solo una cosa... :D
Al momento cmq l'emendamento è stato ritirato.
Ma potrebbero riproporlo anche se forse avranno capito che sarebbe una cosa non gestibile...
Figurati le tabaccherie che vendono le sigarette elettroniche e che spiegano per non poco tempo il funzionamento all'acquirente o semmai ad un'anziana signora :D mentre la fila arriverebbe fino in mezzo la strada.. :lol:
Non credo sia una cosa intelligente. :roll:
E poi il commercio qualsiasi esso sia già di per se è tassato e porta già tanti soldi nelle casse dello stato.
Perdere tanti posti di lavoro in un periodo così neanche è una cosa intelligente, quindi...
se sono intelligenti non dovrebbero ripresentarla... ma come sai siamo in Italia.... :D ;)
 

Markvaping68

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
2 Gen 2013
Messaggi
1.517
Gradimento
146
Punti
113
Località
Monza e Brianza
Dispositivi in uso
VTC Mini
Atomizzatori in uso
Kayfun tutti...
Sento puzza di bruciato (ma stavolta non sono le sigarette).
In questo paese idrovora che non sa più dove andar a raccattar soldi per mantenere gli sprechi, c'è da aspettarsi che prima o poi metteranno l'imposta (come per i tabacchi) sui liquidi contenenti nicotina e sulle e-sig. Dovranno solo fare quattro calcoli per capire se le perdite provenienti dalla mancata vendita di tabacchi sono maggiori o minori delle entrate provenienti dalla tassazione dei fatturati delle attività imprenditoriali sorte negli ultimi tempi che vendono sigarette elettroniche. E' evidente che tutto il bailamme che sta nascendo attorno al mondo del fumo digitale... non è mica per l'incertezza sul dubbio se la sigaretta elettronica "fa male o fa bene alla salute". L'incertezza è tutta legata su: "fa bene o fa male alle casse dell'erario?!?!".
Se veramente i governanti pensassero alla "nostra" salute, metterebbero sulle sigarette analogiche una tassa tale da farle costare 50 euro al pacchetto. Ma si tirerebbero la zappa sui piedi perchè per ovvi motivi buona parte dei fumatori smetterebbe improvvisamente di andare dal tabaccaio ad ingrassare l'erario (o il maiale che dir si voglia). Ecco quindi che le tengono a 5 euro... in modo tale da renderle accessibili a buona parte delle tasche... per poi farti la morale perchè sei un fumatore.
Sopra a tutto ciò... mettici le "corporazioni"... per le quali l'Italia è maestra. Ognuno dei numerosi parlamentari che siede a Roma, ha la sua da rappresentare: taxisti, avvocati, notai, giornalai, tabaccai, farmacisti, ecc. Ti sei mai chiesto perchè in altri paesi le sigarette le compri anche al supermercato e in Italia no?
 

Guide

Iv3shf
Tempo di lettura 4 min.
5,00 stella(e) 1 valutazioni
Visite
1.030
Gradimento
6
Valutazioni
1
In parte è farina del mio sacco, in parte presa da un vecchio articolo della TPA, che trovo ancora oggi interessante e diventa sempre più attuale visto le normative che sono in aria, fa capire a chi ancora non lo sa, come sono fatti gli aromi, spero vi piaccia, leggetelo con calma quando avete...
Sva3d
Tempo di lettura 1 min.
Visite
1.907
Per calcolare la resistenza interna di una box bisogna avere il dado in rame, chiamato Calibration Tool for DNA200, ad oggi introvabile, parlo di questo: il miglior strumento atto allo scopo, si trovava qui (link), oppure un filo spesso di rame per cortocircuitare un atomizzatore (usatene uno...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
2.132
Gradimento
2
Valutazioni
3
Un saluto a tutti ed inizio subito postandovi un video di come si è sempre lavorato un pad di Muji o cotoni organici similari: Bene! Forse per il cloud di un tempo poteva andare anche bene come regola. Sta di fatto che se ne spreca un po' e si perde anche un bel po' di tempo a stare, con...
Touch
Tempo di lettura 10 min.
Visite
1.475
Gradimento
4
Ciao a tutti, stavo leggendo qua e la vari post nel forum, ad un tratto mi hanno colpito alcune righe dove si nominava la qualità dell'acciaio usata per gli ATOM. Ho scambiato qualche parola con @Sva3d e mi son convinto a darvi qualche nozione su questo materiale. Allora per iniziare non farò...
Iv3shf
Tempo di lettura 9 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
4.603
Gradimento
13
Valutazioni
3
Una delle cose di cui parlo spesso sono le combinazioni aromatiche, l'articolo precedente ha ormai qualche annetto e andrebbe aggiornato e probabilmente lo farò, per chi non l'avesse letto, ecco il rimando...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
Visite
4.473
Commenti
8
Come promesso, eccomi a descrivere quale tipo di rigenerazione, in particolare sul cotone, ho testato in questi dieci giorni e più, sperimentando tutti i cotoni più noti (Cloud9, Bacon V2, Bacon Prime, Titanium Fumytech, Titanium Fiber Cotton, Miracle UD, Native Wicks Platinum Plus, Fiber...
Alto