Walter

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
16 Giu 2015
Messaggi
645
Gradimento
114
Punti
93
Località
Bologna
Dispositivi in uso
Provari, Esquare rDNA, DaniBox, Evic Vtc Mini, IStickTc40W
Atomizzatori in uso
Kayfun LP, Expromizer, Goliath, Zephirus V1/V2, MorphTank
Ciao a tutti, ho visto che c'è un nuovo utente molto tecnico e azzardo una domanda: come rigenero un kayfun lite plus 2 con il nichel, in modo da usarlo sulla Esquare DNA 40? Premetto che non sono molto soddisfatto dello Svapo con il kayfun, ma visto che tutti ne parlano benissimo, sarò io che non riesco a rigenerarlo a dovere. Infatti preferisco l'expromizer V1.3. Per me molto più soddisfacente.
grazie per l'aiuto. :wavemulticolor:
 

Igiit

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
18 Set 2015
Messaggi
2.789
Gradimento
1.207
Punti
218
Località
Udine
Nome
Igi
Dispositivi in uso
SXmini M class, SXmini G-class, IPV5-200, Vt133-DNA200, DNA75, Alien 220W. ...
Atomizzatori in uso
ByKa v7, Ataman v2 se, KFL+
Ciao. Su come rigenerare il kayfun lp in generale, youtube è pieno di video ma questo già lo sai. Le coil in ni200 su cotone si fanno esattamente come quelle in kanthal, cambia solo il numero di spire che devi usare per ottenere la resistenza desiderata e devi evitare che le spire si tocchino tra loro per cui non devi schiacciare la coil come invece si fa con il kanthal.
Io per ottenere delle coil con spire perfettamente distanziate uso una vite da 4 mm di diametro avendo cura che il filo si avvolga nelle scanalature dei filetti. Con il filo in ni200 da 0.3 mm avvolto sulla vite da 4 mm, mi bastano 5 spire per arrivare a circa 0.1 ohm, ma puoi ottenere i valori che desideri usando
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
per progettare la coil.

Nel progettare la coil io mi baso su due valori:
1) la potenza con cui desidero alimentare la coil, che influisce sulla quantità di vapore prodotto ( a me piace intorno ai 13-16 W)
2) il flusso termico della coil relativo alla potenza scelta, che influisce sulla temperatura del vapore ( a me piace tiepidino e lo ottengo con un flusso di 200-250 mW/mm2 )
e pertanto su steam-engine, selezionato il diametro del filo, il materiale e la potenza, cambio il valore della resistenza desiderata ed eventualmente del diametro della coil finchè non raggiungo il flusso desiderato con un numero di spire ragionevole. A dire il vero il valore della resistenza (sembra paradossale) sarebbe irrilevante se non fosse che il mio alimentatore (SX330 mini) predilige in modalità TC resistenze molto basse: più basse sono e meglio esegue il controllo in temperatura (nel senso che reagisce più velocemente nel controllo). Nel tuo caso, dovresti controllare se evolv suggerisce dei valori ideali di resistenza per il TC con DNA40 e tenerti il più vicino possibile.
 

Walter

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
16 Giu 2015
Messaggi
645
Gradimento
114
Punti
93
Località
Bologna
Dispositivi in uso
Provari, Esquare rDNA, DaniBox, Evic Vtc Mini, IStickTc40W
Atomizzatori in uso
Kayfun LP, Expromizer, Goliath, Zephirus V1/V2, MorphTank
Ciao igipit, grazie per i consigli, utilissimi e complimenti per le conoscenze tecniche. Al momento sto usando la Esquare in dripping con una Res dual coil da 0,2 in Ni200 con potenza a 20watt e TC fissato a 200C*, ovviamente con il kay é un altro discorso. Mi spieghi perché nella Res in Ni le spire non si devono toccare? Comunque grazie moltissimo.:113:
 

Igiit

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
18 Set 2015
Messaggi
2.789
Gradimento
1.207
Punti
218
Località
Udine
Nome
Igi
Dispositivi in uso
SXmini M class, SXmini G-class, IPV5-200, Vt133-DNA200, DNA75, Alien 220W. ...
Atomizzatori in uso
ByKa v7, Ataman v2 se, KFL+
@Walter

La risposta semplice è che il filo di nickel non ha le superfici isolate per cui se le spire si toccano alteri la resistenza.

Adesso la risposta lunga.
Il ni200 è nickel puro al 99.6% e, come tutti i metalli, si ossida anche in aria ma solo a temperature elevate. Questo significa che, a meno che tu non esegua un trattamento termico o chimico preliminare il tuo filo non ha le superfici ossidate e pertanto conducono la corrente elettrica. Se costruisci un coil da 0.1 ohm con 5 spire e poi metti a contatto le spire tra loro, non essendo queste isolate dall'ossido, alla fine ti ritrovi una resistenza molto più bassa di quella prevista, diciamo da 0.02 ohm invece che 0.1. Ma il vero problema è che così facendo si creano degli "hot spot" terminologia inglese per indicare la presenza di punti più caldi di altri in un mezzo riscaldato. In pratica quando la corrente scorre in una coil con punti di contatto tra le spire, alcune spire o parti di esse si scaldano molto più delle altre e addio controllo di temperatura. Infatti il controllo di temperatura è basato sulla lettura della resistenza dell'intera coil e pertanto indica la temperatura media della coil che coincide con la temperatura di tutti i punti solo se questa è uniforme (uguale ovunque). Una coil che per metà è a 250 °C e l'altra metà è per l'altra metà è a 150 °C, ha la stessa resistenza di una coil che è tutta a 200 °C e quindi la tua batteria TC le sente come se fossero alla stessa temperatura di 200 gradi. Se in queste due situazioni vai a secco, nell'ipotesi che la TC sia settata a 200 °C, nel caso in cui tutta la coil è riscaldata uniformemente non succede nulla mentre nel caso non uniforme, prima che scatti la limitazione TC hai già bruciato il cotone ( intorno ai 214 °C) che riveste la parte di coil a temperatura più alta.

Ad un esame più approfondito le cose possono andare anche molto peggio di come le ho descritte, in quanto il passaggio della corrente attraverso la superficie di contatto tra le spire, superficie che può essere anche molto piccola, potrebbe produrre in tali punti aumenti di temperatura molto localizzati ma elevatissimi (i veri hot spot), tanto elevati da produrre un rilascio di particelle di nickel nei vapori che respiri. Non sò nulla sulla pericolosità dell'inalazione di nickel, ma preferisco evitarla.
 

Walter

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
16 Giu 2015
Messaggi
645
Gradimento
114
Punti
93
Località
Bologna
Dispositivi in uso
Provari, Esquare rDNA, DaniBox, Evic Vtc Mini, IStickTc40W
Atomizzatori in uso
Kayfun LP, Expromizer, Goliath, Zephirus V1/V2, MorphTank
Ti ringrazio, sei veramente un pozzo di conoscenze, ora so perché la mia Esquare sta dando un po i numeri e mi da delle steccate. Provvedo a rifare le coil dei miei atom da dripping. Grazie ancora.

- - - Aggiornato - - -

Ti ringrazio, sei veramente un pozzo di conoscenze, ora so perché la mia Esquare sta dando un po i numeri e mi da delle steccate. Provvedo a rifare le coil dei miei atom da dripping. Grazie ancora.:thankyouyellow:
 

Millo76

Utente SEF
Registrato
18 Feb 2016
Messaggi
30
Gradimento
0
Punti
13
Località
Roa
Dispositivi in uso
Istick
Atomizzatori in uso
Gs Air
Mi unisco alla discussione...

vorrei rigenerare uno zephyrus v2 dual coil con il cavo in nickel...quale conviene comprare tra quello da 0,3 o 0,4, e secondo voi quante spire dovrei fare su entrambi per creare una resistenza diciamo...da 0,2?
 

Igiit

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
18 Set 2015
Messaggi
2.789
Gradimento
1.207
Punti
218
Località
Udine
Nome
Igi
Dispositivi in uso
SXmini M class, SXmini G-class, IPV5-200, Vt133-DNA200, DNA75, Alien 220W. ...
Atomizzatori in uso
ByKa v7, Ataman v2 se, KFL+
Mi unisco alla discussione...

vorrei rigenerare uno zephyrus v2 dual coil con il cavo in nickel...quale conviene comprare tra quello da 0,3 o 0,4, e secondo voi quante spire dovrei fare su entrambi per creare una resistenza diciamo...da 0,2?

Durissima con questi dati:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Infatti usando lo 0.3 dovresti fare 26 spire per coil!!!!! Ho supposto che per nickel intendessi Ni200.

Con il Ni200 sei costretto ad usare diametri del filo piccoli in quanto il Ni200 ha bassissima resistività.
Già con 0.2 mm ti avvicini a valori decenti:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

bastandoti 12 spire per coil. Credo che però la coil sia ancora troppo lunga per una configurazione dual, tenendo presente che devono essere assolutamente spaziate.
Con il 0.15 sei intorno alle 7 spire per coil.
Usa steam-engine per fare i conti e non dimenticare che devi spaziare le spire.

P.S. Non ho dimestichezza con la rigenerazione in nickel in quanto uso solo titanio, quindi aspetta una risposta definitiva da qualcuno che usi il nickel.
 

Millo76

Utente SEF
Registrato
18 Feb 2016
Messaggi
30
Gradimento
0
Punti
13
Località
Roa
Dispositivi in uso
Istick
Atomizzatori in uso
Gs Air
@Igiit : nel sito della youde la loro coil in NI200 ha queste caratteristiche (0,15 ohm)

Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.


-Wire material: Ni 200-Wire gauge: 26ga
-Dual coil in Series Ceramic base
-Value of Resistance : 0.15Ω
-8 wraps per side

quindi a quanto ho capito dovrei comprare un cavo AWG 26

resta da capire a che diametro fare le spire..2,5 potrebbe andare?
 

Igiit

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
18 Set 2015
Messaggi
2.789
Gradimento
1.207
Punti
218
Località
Udine
Nome
Igi
Dispositivi in uso
SXmini M class, SXmini G-class, IPV5-200, Vt133-DNA200, DNA75, Alien 220W. ...
Atomizzatori in uso
ByKa v7, Ataman v2 se, KFL+
diametro interno 3 mm, eccoti il link a steam engine con i dati:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.


Occhio che funziona perchè sono in serie e non in parallelo.
 

Millo76

Utente SEF
Registrato
18 Feb 2016
Messaggi
30
Gradimento
0
Punti
13
Località
Roa
Dispositivi in uso
Istick
Atomizzatori in uso
Gs Air
non capisco però cosa intendi con funzionamento in serie...ci quale qualche accorgimento particolare che mi sfugge?

dovrei creare due serie di avvolgimenti con un sigolo cavo? ma in questo caso come dovrei collegarli alle 4 viti che rappresentano i poli positivi e negativi?
 

Guide

Iv3shf
Tempo di lettura 4 min.
Visite
208
Gradimento
6
In parte è farina del mio sacco, in parte presa da un vecchio articolo della TPA, che trovo ancora oggi interessante e diventa sempre più attuale visto le normative che sono in aria, fa capire a chi ancora non lo sa, come sono fatti gli aromi, spero vi piaccia, leggetelo con calma quando avete...
Sva3d
Tempo di lettura 1 min.
Visite
1.445
Per calcolare la resistenza interna di una box bisogna avere il dado in rame, chiamato Calibration Tool for DNA200, ad oggi introvabile, parlo di questo: il miglior strumento atto allo scopo, si trovava qui (link), oppure un filo spesso di rame per cortocircuitare un atomizzatore (usatene uno...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
1.514
Gradimento
2
Valutazioni
3
Un saluto a tutti ed inizio subito postandovi un video di come si è sempre lavorato un pad di Muji o cotoni organici similari: Bene! Forse per il cloud di un tempo poteva andare anche bene come regola. Sta di fatto che se ne spreca un po' e si perde anche un bel po' di tempo a stare, con...
Touch
Tempo di lettura 10 min.
Visite
1.082
Gradimento
2
Ciao a tutti, stavo leggendo qua e la vari post nel forum, ad un tratto mi hanno colpito alcune righe dove si nominava la qualità dell'acciaio usata per gli ATOM. Ho scambiato qualche parola con @Sva3d e mi son convinto a darvi qualche nozione su questo materiale. Allora per iniziare non farò...
Iv3shf
Tempo di lettura 9 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
3.103
Gradimento
11
Valutazioni
3
Una delle cose di cui parlo spesso sono le combinazioni aromatiche, l'articolo precedente ha ormai qualche annetto e andrebbe aggiornato e probabilmente lo farò, per chi non l'avesse letto, ecco il rimando...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
Visite
3.048
Commenti
8
Come promesso, eccomi a descrivere quale tipo di rigenerazione, in particolare sul cotone, ho testato in questi dieci giorni e più, sperimentando tutti i cotoni più noti (Cloud9, Bacon V2, Bacon Prime, Titanium Fumytech, Titanium Fiber Cotton, Miracle UD, Native Wicks Platinum Plus, Fiber...
Alto