crab2k

Utente SEF
Registrato
4 Ago 2013
Messaggi
4
Gradimento
0
Punti
8
Località
spinea
Dopo aver provato il kanger t2, mi è arrivata la fornitura delle ego-w con il phantom a corredo.
Data l'estrema facilità della gestine del t2, ho affrontato il phantom con leggerezza, ed è successo il disastro (ne ho buttato uno su due).
Devo dire questo: fino a ieri avevo deciso di stroncare questo cartomizer (o phantomizer o qualunque modo lo vogliate chiamare) perchè appena aperto l'ho distrutto!
Abituato (da due giorni) col t2, ho cercato di caricarlo staccato dalla batteria, col risultato, anche se ancora funzionante, di comprometterlo definitivamente, e ora vi dirò cosa NON fare.
Il phantom ha una costruzione a dir poco approssimativa.
L'interno è un corpo unico che va dalla testa in silicone fino al contatto con la batteria, il che significa che se provate a forare la guarnizione di testa per caricarlo senza la batteria attaccata sotto, vi uscirà dal basso.
Se poi cercherete di iniettare il liquido senza particolari attenzioni, questo uscirà da qualunque apertura riuscirà a trovare, e ve ne sono molte.
Quindi, fate così:
- attaccate sempre il phantom alla batteria, prima di fare qualunque altra cosa.
- forate l'apposita predisposizione con decisione, cercando di restare paralleli il più possibile col guscio del serbatoio
- quando caricate l'ambaradan (termine neo-giurassico per definire il tutto), siate accorti nel non avere i forellini di aspirazione (presenti sul corpo in metallo) in basso, altrimenti tutto "illo" liquido uscirà da lì, quindi teneteli paralleli in orizzontale (e qui non so se mi sono spiegazzato...)
- un consiglio: caricate il serbatoio solo a metà (e questo vale per tutti i sistemi) perchè le sostanze più volatili bruceranno per prime e dopo un po' vi troverete mezzo serbatoio di sostanza oleosa che assomiglierà molto al catrame (IMHO, OVVIAMENTE....)
- fatto questo... beh... avete finito.

Uno si chiede: perchè usare un phantom quando esiste il t2 che non ha nessuno di questi problemi?
Perchè.... effettivamente... l'ho comprato e non mi va di buttarlo, il fumo è più denso, più aromatico, sa meno da bruciato, è un'alternativa, ho visto gli angeli, la pace nel mondo, chi più ne ha più ne metta....
Usato correttamente (come vi ho appena spiegato, :D per i più tonti... :D) non avrete nè perdite nè altri problemi, solo piacere, anche a detta di altri che hanno provato a svapare questo aggeggio.
Questi sono consigli da un vero esperto, uno che svapa da 2 giorni!
E che per questo si è trovato in difficoltà con le cose più stupide...
Infatti, il 3d è per "per i meno esperti", cioè tutti quelli che si trovano in difficoltà appena aperto il pacchetto!
ciao!
 

Francoo44

SEF Top Contributors
Utente SEF
Registrato
9 Ago 2013
Messaggi
181
Gradimento
12
Punti
33
Località
Prov di Verona
Dispositivi in uso
Ego
Atomizzatori in uso
CE 4
capperi ! :eek: ottima guida...è un anno che stò impazzendo a caricare il phantom..... e tu in quattroquatrotto hai la soluzione.... Bravo !

a proposito di bravo...... un bravo neurologo potrebbe aiutarti molto...:24:
 

Marko

Membro dello Staff
Admin
Registrato
16 Dic 2011
Messaggi
11.720
Gradimento
649
Punti
382
Località
Napoli
Nome
Marco
Dispositivi in uso
Vari
Atomizzatori in uso
Svariati

Guide

Iv3shf
Tempo di lettura 4 min.
5,00 stella(e) 1 valutazioni
Visite
730
Gradimento
6
Valutazioni
1
In parte è farina del mio sacco, in parte presa da un vecchio articolo della TPA, che trovo ancora oggi interessante e diventa sempre più attuale visto le normative che sono in aria, fa capire a chi ancora non lo sa, come sono fatti gli aromi, spero vi piaccia, leggetelo con calma quando avete...
Sva3d
Tempo di lettura 1 min.
Visite
1.706
Per calcolare la resistenza interna di una box bisogna avere il dado in rame, chiamato Calibration Tool for DNA200, ad oggi introvabile, parlo di questo: il miglior strumento atto allo scopo, si trovava qui (link), oppure un filo spesso di rame per cortocircuitare un atomizzatore (usatene uno...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
1.910
Gradimento
2
Valutazioni
3
Un saluto a tutti ed inizio subito postandovi un video di come si è sempre lavorato un pad di Muji o cotoni organici similari: Bene! Forse per il cloud di un tempo poteva andare anche bene come regola. Sta di fatto che se ne spreca un po' e si perde anche un bel po' di tempo a stare, con...
Touch
Tempo di lettura 10 min.
Visite
1.321
Gradimento
4
Ciao a tutti, stavo leggendo qua e la vari post nel forum, ad un tratto mi hanno colpito alcune righe dove si nominava la qualità dell'acciaio usata per gli ATOM. Ho scambiato qualche parola con @Sva3d e mi son convinto a darvi qualche nozione su questo materiale. Allora per iniziare non farò...
Iv3shf
Tempo di lettura 9 min.
5,00 stella(e) 3 valutazioni
Visite
4.005
Gradimento
11
Valutazioni
3
Una delle cose di cui parlo spesso sono le combinazioni aromatiche, l'articolo precedente ha ormai qualche annetto e andrebbe aggiornato e probabilmente lo farò, per chi non l'avesse letto, ecco il rimando...
Sva3d
Tempo di lettura 2 min.
Visite
3.860
Commenti
8
Come promesso, eccomi a descrivere quale tipo di rigenerazione, in particolare sul cotone, ho testato in questi dieci giorni e più, sperimentando tutti i cotoni più noti (Cloud9, Bacon V2, Bacon Prime, Titanium Fumytech, Titanium Fiber Cotton, Miracle UD, Native Wicks Platinum Plus, Fiber...
Alto