Close

Banner Space 300x90 Banner Space 300x90 Banner Space 300x90

Mawinista

Come Si “costruisce” Un E-liquido: La Maturazione

Valuta Questa Inserzione
Citazione Originariamente Scritto da Iv3shf Visualizza Messaggio
La Maturazione,

è una questione che torna e ritorna su basi regolari e tanti di noi si chiedono:
Come si fà? Perchè la facciamo? Ma nevale la pena? Quanto tempo occorre? E se ho fretta come posso fare? Quali sono i metodi? Qual'è il migliore?

Quindi ho deciso di fare un punto e chiarire alcuni procedimenti unendo la mia esperienza, quella degli alchimisti del forum e le informazioni che si trovano in rete per farne uno dei post a cui si possa fare riferimento, che racchiuda un po' di tutto.

Dico sempre: maturano le patate, i pomodori e miei peperoncini, non gli E-liquids.
Iniziamo con l'usare un termine più appropriato, solo per comprendere meglio il processo,usiamo il termine Inglese: Steeping, che tradotto significa macerare, permeare,invecchiare, mettere in infusione.

Qui sorge una domanda: Perché fare lo Steeping?
Quando creiamo un liquido usiamo PG, VG, acqua, vodka o X, con o senza nicotina per la base, uno i più aromi e li uniamo, l'obbiettivo è che questi aromi si uniscano alla miscela di base e ci diano le soddisfazioni che conosciamo.
Una volta fatto questo, ipoteticamente gli diamo una bella agitata per unire il tutto, lo mettiamo nel nostro amato PV e ci gustiamo il nostro buon liquido..... Si, Magari!!!

Ogni liquido ha il suo tempo di Steeping. Provate a pensare a quando cucinate delle lasagne o del chili con carne o un ragù, a quando fate del nocino, limoncello o a quello che volete, tutti sappiamo che migliora il giorno dopo, dopo un paio di giorni o dopo 15 giorni. Lo stesso vale per i nostri liquidi, qua abbiamo delle molecole che devono unirsi e delle reazioni che devono attuarsi (Nicotina, VG, PG, acqua, aromi, ossigeno, che crea l'ossidazione) e quindi anche qua abbiamo bisogno di tempo. Ci sono rarissime eccezioni in cui fare la maturazione non occorre, ma sono comunque opinabili.
Se girate nel Web troverete tanta gente che dice che la maturazione non serve o serve a poco, basta che siano amalgamati bene usando un frullino o l'agitatore magnetico, ma,secondo la mia molto personale opinione, potremmo passarla liscia (un paio di giorni) solo nel caso di liquidi fruttati, a basso VG e bassa percentuale di aromi nel liquido.
Una verità assoluta è che se un mix fa schifo da subito, la maturazione non lo migliorerà!

T E M P I

Primo fattore chiave: In che percentuale di PG/VG/X abbiamo fatto la base e in che percentuale sono gli aromi.

Uno dei fattori chiave è la VG, a seconda di quanta VG abbiamo usato nella base avremo tempi diversi,una base con una percentuale maggiore di VG avrà dei tempi maggiori di stagionatura rispetto ad un liquido fatto con la stessa percentuale di PG, questo è dovuto alla sua maggiore viscosità e richiederà più tempo per "conglobare" gli aromi.
I tempi di stagionatura variano anche a seconda della percentuale di aromi, quindi, per quanto tempo? Fino a quando il nostro liquido sarà, secondo il nostro gusto, il più buono possibile, che detto così uno pensa: Ehhhh?
Il nostro bellissimo forum ci viene in aiuto con una tabella che possiamo usare almeno per avere un parametro di ragionamento, quella del buon Lord Hero (sia lode) che troverete in rilievo sempre in questa sezione.
Sappiate che per quanto non sia una scienza esatta, quella tabella è giusta, per cui da lì si scappa di poco... o con dei ragionamenti che vedremo in fondo.
Contro: Esiste anche la possibilità che il nostro liquido MUOIA! Sì, siamo andati oltre! Ce ne siamo dimenticati, oppure abbiamo lasciato la bottiglia aperta o a maturare per troppo tempo, gli aromi sono andati, la nicotina non c'è più o sono insvapabili, T-Juice èun esempio eclatante, provate a lasciarla invecchiare per un mese e vedrete la differenza.
Questo per dire: assaggiate la vostra creazione ogni tanto, vi renderete conto a che punto siete arrivati,solo voi potete decidere quando è il suo momento migliore, ma non esagerate con lo steeping, si può andare oltre!

Secondo fattore chiave:
che tipo di liquido dobbiamo far maturare, è un chimico o un organico/chimico di alto livello? A questo proposito in fondo troverete una guida del nostro @Mawinista che spiega tempi e metodi punto per punto.



M E T O D I

Come dicevo, non è una scienza e non ci sono metodi scientifici, è perlopiù un arte, le variabili sono tante, esistono "metodi" o insieme di metodi che vengono valutati a seconda del mix, del tipo di aromi, del risultato che si vuole ottenere, e sono questi che vi elencherò:
La prima cosa da tenere conto è che per stagionare il nostro liquido, deve essere chiuso e in un posto scuro c'è chi dice caldo c'è chi dice fresco, comunque: cassetto,armadio, scatola di scarpe, cantina, dove volete basta che abbia quei parametri.
L'indicazione generale per capire quando il liquido è giunto a maturazione è il colore, sarà più scuro rispetto a quando lo avrete creato. Si dice anche che più alta è la percentuale di nicotina più veloce sarà la stagionatura, io non ci credo; dal mio punto di vista, più alta è la percentuale di nicotina maggiore sarà l'ossidazione, quindi il colore diverrà più scuro più velocemente, ma questo non vuol dire che la nostra base PG/VG avrà già fatto il suo lavoro.

Una nota valida in tutti i paragrafi di questa guida quando si parla di agitare vigorosamente.
Quando agiti un liquido bisogna stare molto attenti a non creare bollicine, se capita bisogna fermarsi, aspettare siano andate via e ripetere l’operazione in modo da non crearne.
Qualsiasi cosa che immetta bolle d’aria all’interno del liquido, prima che sia finita la fase di miscelazione ( chi non usa l’agitatore ne ha minimo per 15 giorni) ne ritarda l’amalgama e quindi la maturazione.

Areazione/Ossigenazione:
L'ossigeno gioca una parte importante nella stagionatura, per fare un paragone inappropriato, pensiamo al decanter di un buon vino, possiamo bere un vino anche aprendo la bottiglia e berlo, ma se lo lasciamo prendere aria migliorerà.
Una cosa simile accade al nostro liquido, se lo facciamo ossigenare si ossida e migliora, tante volte toglie quella parte chimica/alcolica che c'è nella base o negli aromi.
Apriamo il tappo del nostro liquido,togliamo il contagocce diamogli una piccola spremuta e rilasciamo, lo facciamo un pò di volte e lasciamo la nostra bottiglia allo scuro aperta per al MASSIMO 12 ore, dopo questo tempo, la nicotina comincia a volatilizzarsi, quindi, quello che avete letto in giro, tipo:lasciatelo aperto per giorni o delle settimane allo scuro,dimenticatelo, falso!
Anche se siete a nicotina 0,ricordate che tanti gusti sono volatili, e fare questo toglie del gusto,rileggete sopra..
Non fatemi la battuta delle bottiglie di vetro, tappo aperto allo scuro e agitare vigorosamente.
C'è anche chi lo ritira fuori con la siringa e lo rimette dentro, un po' come rimiscelarlo e aggiungere altra aria.
Attenzione che è una tecnica con cui bisogna essere accorti, fare attenzione, non occorre una scienza ma accortezza, occhio alle bolle di cui sopra, stiamo migliorando la nostra creazione, non la vogliamo compromettere.

Bagno di acqua calda:
Agitare vigorosamente il mix, mettere a bagno in acqua calda in una tazza da caffè o similare all'interno di un sacchetto per freezer (cosi non perdete l'etichetta), il livello dell'acqua deve raggiungere il livello del liquido ma non farla galleggiare, questo fino a che l'acqua non si raffredda,ripetere dalle 2 alle 4 volte, sempre agitando vigorosamente tra le fasi, poi mettere allo scuro per 24/48 ore, lo vedrete sicuramente meno viscoso e più "fluido", assaggiare.
Secondo la mia esperienza bisognerà comunque lasciarlo maturare per il tempo necessario; mica ce la siamo cavata con così poco no? abbiamo solo accorciato i tempi.
Con questo metodo si dice che porta i componenti come l'alcol ad un punto di evaporazione e miscela i diversi ingredienti, non so se è vero, di fatto diventa meno viscoso.
C'è chi questo processo lo fa per 12/24 ore e la fantasia non ha limiti, però...non vedo cosa cambia..incasina solo il metodo..
Temperatura dell’acqua: c’è chi dice (Azhad) dai 60° ai 70° c’è chi dice assolutamente no, acqua calda da rubinetto dai 30 ai 45°, personalmente credo sarò intorno ai 50°, non l’ho mai misurata (ditino… lo lascio e se è calda e non mi scotto allora va bene, per dovere di cronaca la prossima voltola misuro..)lo deciderete in base alla vostra abitudine..

Microonde:
Personalmente mai usato, si usa stessa tecnica del bagno in acqua calda, per dovere di cronaca eccoli:
1) Togliere il tappo mettere il mix nel microonde e dare dei colpi da 1 secondo....agitare, ripetere emettere il liquido allo scuro per 12/24 ore.
2)Togliere il tappo, 3, 4 cicli da 5 secondi, allo scuro per 12 ore, secondo qualcuno diventa buono, non lo farei comunque con una bottiglia in plastica e men che meno adalte temperature..
3) Riempire per 3/4 una tazza di riso,metterla nel microonde e scaldarla fino a che è bello caldo,toglierla e metterci la bottiglia dentro fino a raggiungere temperatura ambiente.

Questo metodo secondo me comunque toglie solo qualche giorno e non so se vale la pena, ma magari siamo rimasti a secco, abbiamo un fruttato da fare al volo con VG bassa,bottiglia in vetro e potrebbe funzionare, ma non sarà comunque il massimo.

Scalda tazze:
Momento ilare......Sì, usano anche gli scaldatazze (Cup warmers) per 4/8 ore e dicono che equivale a 2 settimane di invecchiamento.

Ultrasuoni:
Lo uso spesso quando sono a secco e perché sono un pigrone..
Quando abbiamo veramente fretta si può usare il bagno ad ultrasuoni (quello per pulire i gioielli) le pulsazioni e le vibrazioni aiutano ad unire le molecole più velocemente, accelerando l'invecchiamento, combinando gli ultrasuoni con il bagno in acqua tiepida si dice che accorci il processo di due settimane.
I tempi sono di circa dalle 2 alle 4ore (anche qua, c'è chi dice che ci vogliono 2 giorni, ma vorrei vedere che fine fa la macchinetta dopo 2 giorni continui..) tornando a noi, facciamo cicli da 15 minuti a 50 watt o da 30 minuti a 30W lasciamo riposare il pulitore per 10/15 minuti dopo un paio d'ore,assaggiamo e ripetiamo.
Lo possiamo usare anche per pulire gli atomizzatori e funziona, credetemi..

Agitatore magnetico:
L'agitatore magnetico, questa meraviglia… amalgama le molecole del nostro liquido, che è uno dei nostri obbiettivi principali, quello che noi facciamo agitando"vigorosamente" le bottiglie, usandolo la reazione chimica tra le parti sarà più veloce, il risultato sarà molto più omogeneo e costante di quello che possiamo fare noi, è usato in tutti i laboratori degni di tale nome per unire le molecole,inoltre congloba l'ossigeno accelerando l'ossidazione.

Agitatore magnetico con piastra riscaldante:
Anche qua tutto come sopra con l'aggiunta del calore, come sappiamo a basse temperature aiuta a rendere più fluido il nostro mix.
Gli agitatori invecchiano? In parte,perché ha già fatto dei processi per cui ci vuole tempo e se il tuo liquido parte con la maturazione già omogeneo, ben miscelato e areato il risultato sarà migliore e più consistente di noi che andiamo ogni giorno ad agitarlo o metterlo a bagno ecc.

Streathing:
Una tecnica che combina il metodo di Areazione spremendo la bottiglia e facendo entrare aria nella bottiglia, bagno in acqua calda, ripetere la "spremitura"lasciarlo allo scuro per 6 ore e ripetere altre 6 ore e ripetere,fino a quando al nostro assaggio sarà perfetto

Additivi chimici:
No comment, esistono, non ne voglioparlare, è un campo in fase di sviluppo e dal mio punto di vistamolto pericoloso..

Come si diceva prima un capitolo a parte merita una guida sullo steeping degli organici e chimici di alto livello, per questo ringrazio di cuore Maurizio, @Mawinista per avermela passata ( l'ha scovata nel suo inesauribile archivio di chicche riguardanti lo svapo) e così ve la riporto:

Guida per i liquidi organici e chimici di alta qualità

Ci sono 4 fasi di maturazione:
Fase 1:
il liquido è appena miscelato, l'aroma è presente ma molte sfumature mancano, ed è tendente al dolce, sicuramente svapabile, ma è come bere un whisky di un anno invece che uno invecchiato.
Fase 2:
Calo di aroma, avviene dopo 24 ore di agitatore, o circa al 12esimo giorno di maturazione classica, in pratica il liquido non sa di nulla, misteri degli aromi organici.
Fase 3:
La base è perfettamente mescolata al'aroma, il gusto è pieno, ma leggermente dolce, alcune sfumature da intenditore mancano ancora, ma è perfettamente svapabile.
Fase 4:
I gusti si arrotondano,e l'aroma diventa più secco, si iniziano a distinguere le varietonalità e sfumature, nel caso dei fruttati il tabacco e la fruttasi armonizzano perfettamente, e diventa un aroma da contemplazione.
Fase 5:
La perfezione, da qui in poi i miglioramenti calano con maturazione aggiuntiva, ma ancora non sono stati fatti test dopo un anno di maturazione..

Per fare la maturazione abbiamo a disposizione 3 strade:


  1. L'agitatore magnetico.
  2. La maturazione mordi e fuggi.
  3. La maturazione classica.


Vediamole nel dettaglio:

Agitatore Magnetico
La maturazione con l'agitatoremagnetico è la più veloce:
Si lascia il liquido ad agitare alla massima velocità facendo attenzione che non catturi bolle nel liquido per 48 ore, di solito metto un imbutino sulla beuta per dargli un minimo di scambio d'aria.
Dopo questa agitazione il liquido è allo fase 3, dopo vedremo come portare il tutto alle fasi 4 e 5, sono uguali per i due metodi di maturazione.
Dopo aver versato la il liquido da agitare nella beuta, mettetela in un bicchiere di acqua bollente(stando attenti a non far entrare acqua nella beuta), e fatela scaldare per bene, questo fluidificherà il liquido e darà una bella velocizzata alla miscelazione.

Maturazione Mordi e Fuggi
In questo caso si lavora solo con forza muscolare e madre natura, mettete il vostro liquido in una boccetta di vetro preferibilmente ambrata ( e ben lavata ), tappate bene e date una forte agitata.
mettete la boccetta in un bicchiere e ponetelo sotto l'acqua calda corrente per 10 minuti, dopo di che togliete il bicchiere da sotto l'acqua, tenendo comunque la boccetta sempre ammollo, e fatela raffreddare fino a temperatura ambiente.
Potete svaparla subito, o farla maturare una settimana agitando ogni giorno, e a fine settimana:

Il liquido è in Fase 1, si può svapare così come è, ma dovrete finirlo prima dei 12 giorni oentrerà in Fase 2.

Maturazione Classica
Si parte con la maturazione mordi e fuggi e si continua da li:
A fine settimana, per portarlo alla Fase 3 bisogna prendere la boccetta e tenerla a riposo per un mese agitando ogni giorno, pare che fare areare la base un'oretta al giorno aiuti, ma non l’ho provato personalmente.

Dalla Fase 3 alla Fase 5
Qui è il tempo a farla da padrone, per passare dalla Fase 3 alla Fase 4 ci vogliono altri 3 mesi diriposo, mentre per la Fase 5 altri 4 mesi, portando l'attesatotale, in caso di maturazione classica, a 8 mesi di maturazione.


Grazie Maurizio!


Qual è il migliore? secondo me non esiste un metodo migliore dell'altro, esiste uno o più metodi che siadottano, anche contemporaneamente a seconda del tipo di mix e del tempo a disposizione.

Come parametri grossolani per dare una classificazione generale:

I fruttati hanno bisogno di poco tempo di maturazione, tante volte vanno bene anche usando un solo metodo e si può andare con 12/24 ore.

I cremosi almeno da minimo una settimana a dieci giorni, magari aggiungendo qualche "scorciatoia"appena letta..

I tabaccosi da 10 giorni ad libitum, anche usando scorciatoie, non si scappa!

Aggiungo una piccola nota sulle vaniglie, gusto base per chiunque faccia un mix, sul come farle dare il meglio:

Hanno bisogno dai 10 ai 15 giorni con l’agitatore magnetico, 20 giorni senza.
Non lasciarle lì tanto migliorano da sole, non è vero!! Le hai perse definitivamente, non diventeranno migliori, sono delicate, aprite una stecca di vaniglia per dolci e lasciatela aperta e vedete la differenza dopo due giorni e dopo 20 giorni ... se ne va....
Ergo: non fare mai quantità che non riesci a usare entro 2 mesi dalla miscelazione, nei liquidi complessi perdi proprio la nota di vaniglia.

Spero che questo post sia stata una buona lettura e che vi abbia aiutato a chiarire alcune cose, come sempre se c'è da aggiungere qualcosa sempre disponibile a migliorare!

La conclusione che possiamo fare è: Lo volete veloce o lo volete buono?
In ogni caso adesso potete decidere cosa fare.
0 Likes

Aggiornato il 3rd August 2017 19:30 alle da Marko

Categorie
Tutorials

Commenti

Invia Commento Invia Commento

Trackback