20151130_201022.jpg
Qualche mese fa avevo letto su un forum internazionale della prova dell'acqua che si può eseguire sul proprio sistema TC per verificare la precisione delle misure di temperatura. L'ho eseguito svariate volte ed ho imparato a gestirlo al meglio (delle mie possibilità). La scorsa settimana ne ho parlato con un famoso ecig-blogger italiano che ha quasi immediatamente postato sull'argomento (con i dovuti ringraziamenti) nel suo blog e su un'altro forum. Mi sento pertanto in dovere di scrivere un post anche su Sigaretta Elettronica Forum, cercando di dare qualche informazione in più e, soprattutto, di dargli una veste scientifica.

Cos'è e a cosa serve il test dell'acqua.

Il test dell'acqua, eseguibile con la base di un RBA su cui è montata la coil ed una wick speciale completamente intrisa d'acqua, serve a verificare quanto preciso è il nostro sistema box-atom-coil per svapare in TC. Siccome l'acqua bolle ed evapora a 100°C quando la wick è intrisa d'acqua, la temperatura della coil non può superare i 100 °C ed una volta a regime la temperatura reale rimarrà esattamente a 100 °C finché tutta l'acqua non è evaporata. Se la nostra box visualizza sul display la temperatura della coil possiamo verificare quanto precisa è confrontando le sue letture con il valore 100.
Più queste si discostano da 100 e meno preciso è il nostro sistema.


L'esecuzione pratica del test

Bisogna fare in modo che tutta la coil, compresi i terminali, siano bagnati dall'acqua e per fare ciò è necessario avvolgere scrupolosamente una wick nuova attorno alla coil. Nell'immagine che segue è riportata la base di un KFL+ con una coil in titanio completamente fasciata dal cotone (realizzata avvolgendo i baffi sporgenti di una wick piuttosto lunga attorno alla coil). Fate attenzione a portare il cotone in aderenza con i terminali della coil.

20151130_201022.jpg


A questo punto si monta la base sulla box, si regola la potenza di erogazione ad un valore abbastanza alto, si imposta il TC abbondantemente sopra 100°C e si eroga potenza leggendo i valori di temperatura misurati dalla box. Per questo post ho usato la S350 mini M-class impostata a 205 °C, 20 J/s di potenza, modalità Ti01 (titanio) ed erogazione standard. Per facilitare la lettura ho ripreso con il cellulare il display della box, se siete curiosi lo trovate qui.
Poi con VLC media player ho rivisto il filmato, fotogramma per fotogramma, ho riportato le temperature lette su un foglio elettronico, e le ho riportate nel grafico qui sotto: sono 77 misure di temperatura eseguite nei dieci secondi del filmato compresi tra il secondo 8 ed il 18.

prova_acqua.jpg

Notate che le misure sono piuttosto variabili. La media è di 90.2 °C mentre la deviazione standard è di 5.3 °C il che significa che il 70% circa delle misure sono comprese tra 90.2 ± 5.3 °C ovvero tra 84.9 e 95.5 °C.

Lo scostamento della media da 100 ci dice che il sistema è affetto da un errore sistematico DT = -10 °C circa nella stima della temperatura (accuratezza).
La deviazione standard classifica invece la precisione delle misure ovvero l'ampiezza della loro dispersione attorno al valor medio.

L'errore sistematico è causato da fattori costanti quali la resistenza statica dell'atomizzatore, una differenza tra il TCR reale (o la curva resistenza - temperatura) e quello configurato nella box, un errore nello shunt interno al circuito della box ed altro. La parte fluttuante dell'errore invece è dovuta a fattori casuali che cambiano istante per istante (oscillazione della corrente di sensing, instabilità dei circuiti ed altro).


Conclusioni del test

Per temperature intorno ai 100 gradi il sistema TC che ho testato, sottostima la temperatura di 10 °C, non pochi ma neanche troppi. Se volessi svapare con il limite di 100 °C reali, dovrei configurare il TC della box a 90 °C.
Siccome però nessuno svapa a 100 °C che cosa si può dire in base al test sulle misure che la box eseguirà alle temperature di svapo, ovvero intorno ai 200 °C?
Con certezza assoluta non si può dire niente, ma è altamente probabile che anche intorno ai 200 °C le misure della box saranno sottostimate e c'è il rischio reale che siano sottostimate di quasi il doppio di quanto lo sono a 100 °C, cioè di quasi 20 °C: impostate il TC a 200 ed in realtà la box staccherà a 220 °C.


Potrebbe meravigliare il fatto che una box come la SX350 sbagli così tanto, ma vi assicuro che la BOX ha un ruolo minore in questi errori, mentre il principale colpevole si chiama resistenza statica dell'atomizzatore (se volete approfondire, vede questo post).
Gli utenti dell'altro forum che hanno fatto l test a seguito del post del blogger, hanno ottenuto risultati più disparati con errori anche di 60 °C, sebbene abbiano tutti eseguito il test con una certa grossolanità.
Informazioni sull'autore
Igiit
Igi Pit

Electronics, Physics, Mechanics, C++

Informazioni Tutorial

Autore
Igiit
Tempo di lettura
Tempo di lettura 4 min.
Visite
7.889
Ultimo aggiornamento

Altro di Igiit

Condividi questo tutorial

Alto