Lo Sherman v3 è un atomizzatore RTA da 28mm veramente bello e particolare. Il tank, infatti, è in ultem da 4ml di colore giallo, così come il drip tip in delrin. La sensazione, grazie anche alle sue dimensioni non certo modeste ed al suo peso, è di assoluta robustezza. Nella confezione, oltre alle spare parts di rito (o-ring, vitine e piattelli), troviamo un ulteriore tank per ridurre la capienza a 2ml con annesso riduttore per il camino e un altro drip tip sempre in delrin giallo, con apertura più larga e bassa, quasi come un chubby da dripper.

01.jpg 02.jpg

Nella foto sotto possiamo vedere le varie parti di cui è composto:
  1. Drip tip tipo chubby
  2. Drip tip normale
  3. tank in ultem da 4ml
  4. tank in ultem da 2ml
  5. deck
  6. ghiera superiore con fori per refill
  7. top cap
  8. camino per tank da 4ml
  9. camino per tank da 2ml

03.jpg

Il deck rigenerabile è a piattelli con viti per cacciavite a taglio. Presenta due fori rialzati centrali per il raffreddamento delle coil e quattro fori laterali "a vaschetta" per l'inserimento del cotone. Come setup ho scelto un dual coil di Clapton Kanthal 26+32ga 5 spire spaziate su punta da 3,5 per 0,47ohm da spingere a 80/90W. Ho pensato che una configurazione un po' spinta fosse la più indicata per le dimensioni e lo spazio a disposizione.

04.jpg 05.jpg

Il posizionamento delle resistenze è leggermente più difficoltoso rispetto ad una torretta velocity. Per facilitarmi il compito ho fatto delle gambette un po' più lunghe rispetto al normale e mi sono aiutato con il coil jig ed un cacciavite. Prima di inserirle del tutto ho alzato le gambette per poterle tagliare più agevolmente in seguito.

06.jpg

Dopo aver serrato bene le viti dei due piattelli ho centrato le coil sopra ai fori dell'aria e le ho alzate di circa un millimetro per non farle toccare sulla base degli stessi.

07.jpg 08.jpg

Ricordiamoci di rodare le coil facendo qualche attivazione, sistemando le spire fino ad ottenere un'accensione simultanea di entrambe. Per la cotonatura ho usato il solito Cotton Bacon v2 rollato con la tecnica dello Scottish Roll. I baffi non devono essere troppo lunghi ma arrivare alla base delle vaschette. Per regolarmi ho usato come punto di riferimento il primo o-ring nero subito sotto ai fori laterali di pescaggio.

09.jpg

Sfoltite leggermente le punte, le ho inserite facendo attenzione a non pressarle troppo. Le vaschette sono comunque ampie e non creano problemi. Lateralmente ho sistemato il cotone con un cacciavite piatto per non ostruire i fori dell'aria. Nell'immagine sotto a destra possiamo vedere i fori di pescaggio con il cotone all'interno.

10.jpg 11.jpg

Una volta bagnato bene il cotone, mettendo una goccia anche nei forellini laterali, ho fatto un paio di attivazioni e poi ho avvitato direttamente il camino con il tank al deck. Prima di fare il refill dalle asole superiori è importante chiudere la ghiera di regolazione dell'aria in basso. Poi dopo aver avvitato il cup superiore ho messo l'atomizzatore a testa in giù e ho aperto l'aria, scongiurando in tal modo perdite di liquido dovute alla pressione.

12.jpg 13.jpg

L'atomizzatore restituisce un aroma notevole e corposo, devo dire che mi ha sorpreso molto in positivo anche la quantità di vapore prodotta. Con questo setup ed il liquido DIY a base di Virginia, liquirizia e anice da il meglio di sé a 90W, sebbene la lunghezza del camino comporti un calore piuttosto elevato. A tal proposito il mio consiglio è di usare il drip tip con bocca più larga, che mi ha dato quasi l'impressione di svapare con un dripper.

Buono svapo a tutti! :)
  • Like
Apprezzamenti: Marko
Informazioni sull'autore
The Doctor
Informatica, Svapo, Donne e Motori Gioie e Dolori.

Commenti

Scrivi un tuo parere

Informazioni Tutorial Atomizzatore a Tank

Autore
The Doctor
Tempo di lettura
Tempo di lettura 3 min.
Visite
466
Ultimo aggiornamento

Altro di The Doctor

Condividi questo tutorial atomizzatore a tank

Alto