So che il modder ha pubblicato un tutorial per la rigenerazione di questo atomizzatore, e la sua build (4,5 spire su punta da 2 di 0.28 mm) è diventata di fatto la più utilizzata in assoluto.
Qui ve ne propongo alcune, che trovo più adatte allo svapo meccanico, perché generano un flusso termico che, seppur rimanendo relativamente elevato e adatto ai tabacchi, non è alto quanto quello dell'altra rigenerazione, pensata per uno svapo con circuito.


Rigenerazione 1:
Torrette dallo stesso lato, distanti, nel lato più stretto, circa un paio di mm.


IMG_20170515_190331.jpg




Faccio 8,5 spire su punta da due di SS316 28ga e aggancio alle parti esterne delle torrente, facendo in modo che le gambe risultino lunghe uguali per una coil spostata leggermente verso la torretta del positivo, lievemente spostata in alto e a metà strata tra le torrette e il bordo dell'atomizzatore.


IMG_20170515_190604.jpg


Cotone circa 5 mm fuori dall'atomizzatore, come al solito non troppo pressato né lasco all'interno della coil.


IMG_20170515_190837.jpg

Posiziono in maniera da lasciare un bello spazio in mezzo e senza pressare il cotone.
Poi sistemo un pochino perché l'occhio vuole la sua parte.

18664248_10212719817580667_1610566842564422149_n.jpg


Ovviamente foro dell'aria fronte coil (visto che la coil è lievemente spostata verso una torretta e leggermente verso l'alto, l'aria fronte coil in realtà colpirà lievemente in basso e di sbieco la coil).


Risultato finale coil da 0.72-0.73 ohm a freddo, 0.85-0.88 circa a coil calda.


Rigenerazione 2:

Questa rigenerazione è leggermente più spinta e genera un flusso termico un pochino più elevato.
Allargo le torrette rispetto al setup precedente, fino ad arrivare come da foto.
Mantengo stesse spire e stesso filo della precedente rigenerazione (8,5 spire di ss316 su punta da 2 mm), ma giro la coil facendo in modo che le spire siano in perfetta aderenza e posiziono entrambe le gambe internamente alle torrette.
La coil in questo caso andrà più vicina alle torrette, mantenendo le gambe molto corte e la coil completamente centrata.


IMG_20170612_081447.jpg IMG_20170612_081600.jpg


Cotono in maniera da lasciare libera la parte sotto la coil, per far passare l'aria.


2017-06-11_17.28.13.jpg 2017-06-11_17.27.45.jpg


Il tutto avrà un valore resistivo leggermente più basso della rigenerazione precedente, aumentando di conseguenza watt e calore. Inoltre il minor spazio occupato dalla coil consentirà un posizionamento più simmetrico del cotone e più centrale del foto dell'aria. Rigenerazione consigliata a chi vuole un po' di calore in più.


Rigenerazione 3:
Questa è una rigenerazione più tranquilla, adatta ad uno svapo più lento e meditato. Io la sto usando tantissimo la sera. L'aroma è reso in maniera diversa dalle precedenti, e devo dire che mi sta piacendo un sacco.

Torrette un po' più vicine, come da foto.

IMG_20170715_210502.jpg

Faccio 6,5 spire di Kanthal A1 28ga, in microcoil, e aggancio all'interno delle torrette, tenendo le gambe abbastanza corte e posizionando la coil all'altezza della torretta più bassa, e più centrata possibile. Effettuo poi con attenzione il rodaggio, rimuovendo gli hot spot.

2017-07-16_08.47.30.jpg IMG_20170715_210947.jpg

Cotone anche qui in modo da mantenere ben libera la parte sotto la coil, e senza che sia in alcun modo pressato (che rimanga sempre vaporoso nel deck e dentro la coil).

IMG_20170715_211102.jpg 2017-07-16_08.49.00.jpg

L'importanza di fare spire attaccate è preso detta: nonostante il flusso comunque bassino, concentra il calore in un punto più stretto, rendendo la svapata a mio avviso nettamente più confortevole. Se ne avete l'occasione mettete a confronto la vaporizzazione di questa coil con la vaporizzazione di una uguale fatta a spire separate e addirittura, se volete, con una spira in meno. Saranno visivamente molto diverse, e la quantità di vapore, nonostante la spira in più, sembra la medesima.

2017-07-16_08.45.59.jpg 2017-07-16_08.48.06.jpg


Rigenerazione 4:
Questa rigenerazione consente uno svapo rilassato, ma a temperature più alte rispetto alla precedente, senza sfociare però in flussi esageratamente elevati.

Torrette contrapposte, le spire raggiungeranno quindi valori interi, quindi posso usare meno filo rispetto a prima, senza però togliere una spira intera.

2017-10-14_10.37.52.jpg

Faccio 6 spire attaccate, su punta da 2 mm, di Kanthal 28ga, serro il filo e poi delicatamente sposto il tutto verso l'esterno e verso l'alto (occhio a non arrivare troppo vicini al drip tip). Rodo con delicatezza la resistenza fino a che non si accende in maniera perfettamente uniforme.

2017-10-14_10.39.17.jpg

Cotono in maniera da lasciare liberi il fronte e il retro della coil, lasciando il cotone bello spumoso, senza abbondare con la lunghezza.
Posiziono il foro dell'aria di fronte alla coil, davanti allo spazio lasciato appositamente con il posizionamento del cotone; per come è posizionata, la resistenza sarà colpita leggermente di sbieco dall'aria.

2017-10-14_10.39.54.jpg 2017-10-14_10.41.25.jpg

Si tratta di una rigenerazione via di mezzo, che serve per dare un po' di sprint in più, senza esagerare con il flusso, rendendo quindi il deterioramento della coil un po' più lento rispetto ad altre rigenerazioni strong. Io la uso con tabacchi scuri.
  • Like
Apprezzamenti: Marko
Informazioni sull'autore
Alvi
Alvise

Cinofilia, produzione musicale, scacchi, letteratura anticonvenzionale, calcio, basket

Commenti

Scrivi un tuo parere

Informazioni Tutorial Atomizzatore a Dripper

Autore
Alvi
Tempo di lettura
Tempo di lettura 3 min.
Visite
3.106
Ultimo aggiornamento

Altro di Alvi

Condividi questo tutorial atomizzatore a dripper

Alto